045 8015831
telefono-rosa_sito_01

01. Chiamaci al numero
045 8015831

call_me

02. Potrai parlare con un’operatrice

Per informazioni puoi scriverci…

Tutti i dati che riceveremo tramite questo form verranno trattati in ottemperanza con le legge sulla privacy n. 196/2003 .

Riconoscere la violenza

Che cos’è la violenza di genere?

La violenza sulle donne è una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne. Comprende tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o possono provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata (art. 3 Convenzione Istanbul)

La violenza domestica comprende tutti gli atti di violenza fisica, sessuale, psicologica o economica che si verificano all’interno della famiglia o del nucleo familiare o tra attuali o precedenti coniugi o partner.

Si parla anche di violenza nelle relazioni intime per evidenziare la violenza all’interno delle relazioni di coppia.

Quali sono le forme di violenza contro le donne?

La violenza maschile contro le donne può manifestarsi sotto diverse forme:

  • violenza psicologica
  • violenza fisica
  • violenza sessuale
  • violenza economica
  • stalking (atti persecutori)
Come si manifesta la violenza psicologica?

Con parole, atteggiamenti e comportamenti per manipolare, controllare, denigrare: la violenza psicologica colpisce l’identità della vittima, attacca la sua autostima e limita la sua libertà di prendere decisioni.

Esempi di violenza psicologica: denigrare, insultare, minacciare, isolare, ridicolizzare, sovraccaricare di impegni e responsabilità riguardanti la gestione familiare, far credere di essere pazza.

Come si manifesta la violenza fisica?

Con l’uso della forza fisica per punire, intimidire o costringere la donna a fare qualcosa.

La violenza fisica è sempre accompagnata dalla violenza psicologica e il suo culmine è il femminicidio.

Esempi di violenza fisica: schiaffeggiare, strattonare, dare pugni, dare calci, stringere le mani al collo, trascinare per i capelli o per un braccio, afferrare, spintonare, ustionare, sputare addosso, aggredire con armi o oggetti usati come armi, fare del male all’animale domestico, minacciare con oggetti di fare del male, rompere oggetti per intimidire.

Come si manifesta la violenza sessuale?

Con l’imposizione di un atto sessuale, attraverso l’uso della forza fisica, di minacce, inducendo uno stato di soggezione psicologica o approfittando dell’incapacità della donna di esprimere un lucido e consapevole consenso.

Esempi di violenza sessuale: stuprare, palpeggiare, imporre di vedere materiale pornografico.

Come si manifesta la violenza economica?

Con il negare alla donna la possibilità di gestire le entrate economiche familiari, impedirle di avere del denaro proprio, di poter lavorare o migliorare la propria istruzione.

Esempi di violenza economica: impedire di accedere ai conti bancari comuni, coinvolgere la donna in truffe facendo ricadere su di lei debiti e sanzioni, costringere a trattative umilianti per ottenere il denaro per le spese quotidiane della famiglia.

Come si manifesta lo stalking?

Con una serie di comportamenti persecutori che generano paura e ansia.

Esempi di stalking: comunicazioni indesiderate e intrusive, messaggi o telefonate insistenti, pedinamenti, appostamenti, atti intimidatori.

Che cos’è la violenza assistita?

La violenza assistita è la violenza che subiscono bambini e bambine quando vedono, sentono o percepiscono la violenza che un genitore agisce sull’altro genitore.

Esempi di violenza assistita: vedere le ferite sul corpo della madre, percepire la paura della madre nei confronti del padre, vedere il padre picchiare o insultare la madre

Che cos’è il femminicidio?

Il termine femminicidio identifica i casi in cui una donna viene uccisa per motivi basati sul genere, per annientarne l’identità.

Riportiamo le parole della scrittrice Michela Murgia: “La parola femminicidio non indica il sesso della morta. Indica il motivo per cui è stata uccisa. Una donna uccisa durante una rapina non è un femminicidio. Sono femminicidi le donne uccise perché si rifiutavano di comportarsi secondo le aspettative che gli uomini hanno delle donne. Dire omicidio ci dice solo che qualcuno è morto. Dire femminicidio ci dice anche il perché.”

Cosa fare se una donna ti racconta di vivere una situazione di violenza?
  • Accogli la sua sofferenza e ascoltala senza giudicare
  • Nomina in maniera chiara la violenza e parlane in modo diretto
  • Non minimizzare il suo vissuto
  • Non cercare le sue colpe: non se l’è andata a cercare!
  • Indirizzala ad un centro antiviolenza
  • Ricordati che non si può mediare con un partner violento
  • Ricordati che ogni donna è padrona delle sue scelte: nessuno può decidere per lei
  • Non sostituirti alla donna: ragiona con lei per evidenziare le alternative e sostienila nel metterle in atto
  • Non giudicare e non forzarla “per spronarla”
  • Non trattarla come se fosse “malata”: rischi di trattenerla nella sua posizione di vittima
  • Condanna sempre la violenza
  • Cerca di essere presente per lei: l’isolamento sociale è una delle armi del maltrattamento
  • Tieni a mente che si può uscire dalla violenza: tante donne ce l’hanno fatta!
  • Liberati dai pregiudizi perché non ti consentono di riconoscere la realtà

Sei sensibile all’argomento?

PROSSIMI EVENTI

Gli Amici della Musica del Lago di Garda propongono il “Concerto in Villa” con il gruppo HANRAHAN, che in lingua gaelica significa “Fuoco alimentato dal vento”. Il gruppo propone Ballate, Arie, Jigs, Reels della tradizione irlandese, scozzese, bretone e galiziana, oltre a pezzi di loro......

Violenza maschile sulle donne: è tempo di un impegno concreto. Le proposte dei Centri antiviolenza e delle Case rifugio della rete Iris ai candidati e alle candidate alle elezioni regionali del Veneto. La condizione delle donne nel nostro Paese ha visto negli ultimi anni un......

Vi proponiamo le video-interviste alle operatrici e professioniste del Telefono Rosa di Verona realizzate durante le misure di blocco, in attuazione dei protocolli d’emergenza relativi alla gestione del Coronavirus. Telearena “Sei a casa” – diretta Facebook con la Presidente Lorella Don Telenuovo “TG Verona” –......

Se pensi che quello che facciamo sia importante, puoi aiutarci ed inserire nella tua dichiarazione dei redditi il CODICE FISCALE 02458550239. Cosa possiamo fare grazie al tuo contributo? Possiamo dare assistenza ad una donna in difficoltà, organizzare incontri nelle Scuole per spiegare che esiste un’alternativa......

Il Centro antiviolenza Telefono rosa di Verona vuole restare accanto alle donne, anche in questo momento così difficile. Lo sappiamo, chi può deve restare a casa per fermare il diffondersi del coronavirus. Purtroppo, però, sappiamo anche che per molte donne la casa è il posto......

“Un paese democratico non esiste senza la parità di diritti tra uomo e donna. Dobbiamo essere orgogliosi dei nostri padri e delle nostre madri, dei nostri nonni e delle nostre nonne, perché hanno lottato per conquistare l’uguaglianza dei diritti. E oggi dobbiamo continuare questo lavoro,......