Comunicato stampa del Telefono Rosa di Roma

TELEFONO ROSA: UNA DONNA PRESIDENTE DI TUTTI, PER UN’ITALIA NUOVA.  GLI INSULTI NON SERVONO AL BENE DEL PAESE.

Dichiarazione di Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, presidente di Telefono Rosa

“Sappiamo tutti e tutte che, per un ruolo di prestigio e rilevanza come la Presidenza della Repubblica, serve innanzitutto una persona di grande valore, di competenza giuridica e di grande conoscenza delle Istituzioni. Una persona che sappia rappresentare tutti e tutte, al di là del credo politico e di ogni altra differenza.

Avere una donna Presidente della Repubblica sarebbe quanto di più normale in un paese in cui il 52% della popolazione è “donna”. Come del resto è in tanti paesi sia nel sud che nel nord del mondo.

Il dibattito di questi giorni è serrato e faticoso, lo comprendiamo. Ma non riteniamo degno e dignitoso – vogliamo dirlo chiaro e forte – che in una discussione seria come quella che sta avvenendo, qualcuno usi le armi dell’insulto e dell’offesa per “demolire” persone non gradite. Riteniamo, questo metodo un grave danno all’immagine del Paese e un motivo di ulteriore allontanamento della gente dalle vicende politiche e Istituzionali italiane. Vicende che sono rilevanti per la vita di tutti e tutte! Il confronto tra le parti politiche deve essere all’altezza dell’importanza dell’impegno che sono chiamate a svolgere.

Mentre sottolineiamo nuovamente la intollerabile sottorappresentanza delle donne in tutte le Istituzioni, ci sembra opportuno in un momento drammatico del nostro Paese, che la carica più prestigiosa sia assunta da una donna.

Il grande lavoro fatto dal Presidente Napolitano, cui va tutta la nostra riconoscenza, deve proseguire e potrebbe essere arricchito da una figura femminile, non solo competente, ma con quella sensibilità che viene riconosciuta al nostro genere.

Se si ragionasse con più calma e più rispetto l’uno dell’altro, potremmo ricostruire l’Italia dando quella dignità che oggi è negata a tutti gli italiani.