045 8015831
telefono-rosa_sito_01

01. Chiamaci al numero
045 8015831

call_me

02. Potrai parlare con una volontaria

Per informazioni puoi scriverci…

Tutti i dati che riceveremo tramite questo form verranno trattati in ottemperanza con le legge sulla privacy n. 196/2003 .

Riconoscere la violenza

Che cos’è la violenza di genere?

Ogni forma di discriminazione e violenza fondata sull’odio verso un sesso. Nello specifico la Convenzione di Instabul definisce la violenza contro le donne “una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, sia nella vita privata.”

Quali sono le forme di violenza contro le donne?

La violenza maschile contro le donne può manifestarsi sotto diverse forme:

  • violenza psicologica
  • violenza fisica
  • violenza sessuale
  • violenza economica
  • stalking (atti persecutori)
Come si manifesta la violenza psicologica?

La violenza psicologica consiste nel colpire l’identità della vittima, ne attacca l’autostima e la libertà di autodeterminazione. Esempi di violenza psicologica sono: denigrare insultando e disprezzando sia in pubblico sia in privato, minacciare, trattare la donna come una schiava o un oggetto, isolarla facendola allontanare da parenti e amici, controllare ossessivamente dove va, con chi va e cosa fa, sovraccaricarla di impegni e responsabilità riguardanti la gestione familiare, farle credere di essere pazza.

Come si manifesta la violenza fisica contro le donne?

La violenza fisica consiste nell’impiego della forza fisica per punire, intimidire o costringere la donna a fare qualcosa. È sempre accompagnata dalla violenza psicologica e il suo culmine è il femminicidio. Alcuni esempi di violenza fisica sono: schiaffeggiare, strattonare, dare pugni, dare calci, stringere le mani al collo, trascinare per i capelli o per un braccio, afferrare, spintonare, ustionare, sputare addosso, aggredire con armi o oggetti usati come armi, distruggere oggetti importanti per la donna, fare del male all’animale domestico della donna, privare la donna del sonno, delle cure mediche o dei farmaci, minacciare con oggetti di fare del male alla donna, rompere oggetti per intimidire ed esprimere la rabbia.

Come si manifesta la violenza sessuale?

La violenza sessuale consiste nell’imporre con l’uso della forza fisica o di minacce un atto sessuale. Ricadono sotto la definizione di violenza sessuale anche gli atti sessuali imposti approfittando dell’incapacità della donna di esprimere un lucido e deliberato consenso.

Come si manifesta la violenza economica?

La violenza economica consiste nel negare alla donna la possibilità di gestire le entrate familiari e nell’impedirle di avere del denaro proprio. Scopo della violenza economica è rendere la donna dipendente economicamente dal compagno.

Come si manifesta lo stalking?

Lo stalking consiste nel mettere in atto una serie di comportamenti persecutori. Esempi di stalking sono: comunicazioni indesiderate e intrusive attraverso messaggi o telefonate, pedinamenti, appostamenti sotto casa o altri luoghi frequentati abitualmente dalla donna, atti intimidatori. Quando una donna è vittima di stalking ha perennemente la sensazione di essere controllata e seguita e ciò le crea un profondo stato di paura ed ansia.

Che cos’è il cyberstalking?

Per cyberstalking si intende ogni atto persecutorio esercitato attraverso l’uso di internet e strumenti informatici. Esempi di cyberstalking sono: monitoraggio, furto d’identità, diffamazione e calunnia, raccolta di informazioni sulla donna per minacciarla o denigrarla.

Che cos’è la violenza assistita?

La violenza assistita consiste nel far assistere i/le bambini/e alla violenza fisica, psicologica, sessuale o economica. La violenza assistita può essere diretta se le violenze avvengono nel loro campo percettivo o indiretta se ne percepiscono gli effetti (es.: vedono le ferite sul corpo della madre o il suo stato di paura nei confronti del padre). Gli effetti psicologici della violenza assistita possono essere molto gravi.

Che cos’è il femminicidio?

Riportiamo le parole della scrittrice Michela Murgia: “La parola femminicidio non indica il sesso della morta. Indica il motivo per cui è stata uccisa. Una donna uccisa durante una rapina non è un femminicidio. Sono femminicidi le donne uccise perché si rifiutavano di comportarsi secondo le aspettative che gli uomini hanno delle donne. Dire omicidio ci dice solo che qualcuno è morto. Dire femminicidio ci dice anche il perché.”

Sei sensibile all’argomento?

PROSSIMI EVENTI